Tra sottosuolo e sole

(Non) si diventa ciò che (non) si è.

“Io, un altro. Cronaca di una metamorfosi” (Imre Kertész)

(Non avevo mai letto nulla di Imre Kertész, scrittore ungherese (1929-2016). Premio Nobel per la letteratura nel 2002, nel 1944 venne deportato ad Auschwitz e poi trasferito in altri campi di concentramento rientrando, dopo la liberazione, in Ungheria. Leggo che ha tradotto, tra gli altri, Freud, Nietzsche, Canetti e Wittgenstein. Dopo “Io, un altro”, leggerò sicuramente altri suoi libri.)

Come se questi giovani uomini – non tenendo conto di ciò che è inutile considerare, vale a dire le loro persone – fossero i medesimi individui che avevo visto negli anni quaranta, con le stesse facce, le stesse movenze ecc.: e ciò purtroppo allude a una realtà permanente. Balza all’occhio la mancanza di qualsiasi capacità di adattamento, di una minima flessibilità: stanno ripetendo la medesima cosa nell’identico modo, e questo indica che le loro radici vitali sono affette da gravi disfunzioni. La loro aggressività è soltanto una simulazione, un segno dell’evidente decadenza, dell’incapacità di vivere: queste persone non saranno portate alla perdizione dall’antisemitismo, ma da un egoismo soffocato, limitato, inadeguato a qualunque rinnovamento – e tutto ciò indica che sono perduti ormai da parecchio tempo. In loro manca completamente il raffinato istinto dell’apprendimento: si sono chiusi a riccio, si sono esclusi – e quando la cultura di una comunità non riesce a tenere il passo della cultura mondiale, non può che guardare inebetita l’abisso che si spalanca sotto i suoi piedi, sebbene quella voragine si apra proprio per essa, perché vi precipiti.”

(Imre Kertész, “Io, un altro, Cronaca di una metamorfosi”, ed. Bompiani)

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: