Tra sottosuolo e sole

(Non) si diventa ciò che (non) si è.

L’immaginazione e la mela.

macine (18)

“Il carattere distintivo, ma anche l’aspetto pericoloso delle nature poetiche, è la loro fantasia esaustiva: quella che anticipa, precorre nel godimento e nel dolore ciò che avviene e potrebbe avvenire, e nel momento terminale dell’accadimento e dell’azione è già stanca”.

A parte il riferimento alla natura poetica (che non penso mi riguardi), stamattina, mentre ingoiavo una “macina” (il gustoso biscotto), stavo pensando che nelle vesti di un ipotetico Adamo sarei stato un fallimento, perché ho l’impressione, talvolta, che mi piaccia più “immaginare di mangiare la mela” che non “mangiare la mela”.

Poi pensavo che qualcuno aveva scritto un aforisma che faceva al caso mio, e più tardi ho ritrovato queste parole di Nietzsche.

Infine non ho pensato più e ho ingoiato la “macina”.

P.s.: è tutto sotto controllo, non chiamate il centro d’igiene mentale. Leggo “I Buddenbrook” di Mann, nel frattempo, ammesso e non concesso che questo non costituisca un’aggravante. Ah, non mi hanno pagato per pubblicizzare il biscotto, ma se volessero assumermi come testimonial a prezzi stracciati, sono qui.

Navigazione ad articolo singolo

6 pensieri su “L’immaginazione e la mela.

  1. La sua versione personale della madeleine di Proust?
    Chapeau.

  2. manutheartist in ha detto:

    Allora erano più adatti i cuor di mela… O per lo meno immaginare di mangiarle 🙂

  3. Mi è venuta fame : )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: