Tra sottosuolo e sole

(Non) si diventa ciò che (non) si è.

Come disporre i libri? Una guida che vi svela anche il vostro futuro.

L’altro giorno ho deciso di sistemare un po’ la mia libreria, e mi sono trovare di fronte al solito dubbio, che fosse amletico o meno non posso dirlo, ma c’era: quale criterio seguire? Allora ho chiamato a consulto esperti di design, psicologi, sociologi, politologi, sondaggisti, falegnami, stilisti e tanti altri. Tutti insieme hanno stilato una serie di suggerimenti, indicandomi anche quale sarebbe stato il mio futuro per ciascuna delle opzioni, garantendo, su basi scientifiche, che tra la disposizione dei libri e ciò che mi accadrà nei prossimi decenni c’è un nesso inscindibile e che quindi dovevo pensarci bene prima di scegliere. E voi, come disponete i vostri libri sugli scaffali? Che criterio adottate, se lo adottate? Seguitemi, magari potrò darvi un consiglio inutile che vi aiuterà anche a decidere le sorti della vostra esistenza.

  • Criterio della Nazionalità

I libri sono disposti sulla base della nazionalità dell’autore. I russi da una parte, i francesi dall’altra, gli italiani su un apposito scaffale a forma di stivale confezionato dal vostro falegname di fiducia.

Previsioni per il vostro futuro: diventerete candidato alle presidenziali nelle fila di un partito ultranazionalista che si finanza con fondi occulti derivanti dallo smercio di finte sopracciglia per modella.

  • Criterio del Sesso

Semplice, intuitivo ma abbastanza generico. Gli uomini da una parte, le donne dall’altra.

Previsioni: se uomini, sarete divorati dalla misoginia e finirete su una montagna a cantare serenate alle pietre; se donne, vi arruolerete nell’Esercito Moderato per lo Sterminio del Maschio Dominante.

  • Criterio della lingua

Affine a quello della nazionalità, ma neanche tanto (Beckett docet).

Previsioni: entro i prossimi cinque anni finirete a tradurre i vostri stessi testi in trenta lingue diverse, così da poterli caricare su tutti i social network ai quali siete iscritti.

  • Criterio del colore (del libro)

Intuitivo. I libri con la copertina rossa tutti da una parte, quelli con la copertina nera dall’altra, e così via.

Futuro per voi: Nemesi si abbatterà su di voi, e diventerete daltonici.

  • Criterio del colore (della pelle dell’autore)

Per gusti sopraffini (e un po’ perversi, se mi è consentito un parere sommesso)

Futuro previsto: sarete a capo del Quarto Reich.

  • Criterio dell’altezza

Mettere i libri in fila dal più alto al più basso, o viceversa.

Futuro per voi: regredirete allo stato brado e vi troverete in breve tempo a fare a gara con i vostri amici a chi ha il libro più lungo.

  • Criterio dell’altezza (dello scrittore/trice)

È un criterio che richiede un esercizio di ricerca non indifferente.

Futuro previsto: centro d’igiene mentale.

  • Criterio cronologico

Disporre i libri sulla base di un rigoroso ordine temporale, da quello scritto in epoca più recente al più antico (o viceversa).

Futuro previsto: concorrente seriale di quiz televisivi della fascia pre-serale.

  • Criterio delle “collane”

La collana filosofica da una parte, i libri porno dall’altra, stando attenti a non confondersi.

Futuro previsto: collezionista di chincaglierie.

  • Criterio dell’argomento

Affine ma diverso da quello delle collane. Per esempio potreste mettere tutti i romanzi che parlando di omicidi da una parte, quelli che narrano le vicissitudini sentimentali dei formicai da un’altra, e via dicendo.

Previsioni: presenzierete a tutti i gruppi di discussione che si svolgono nella vostra provincia, ogni sera a uno diverso, su un argomento diverso.

  • Criterio delle “macro-categorie”

Prendete spunto dalle biblioteche: Arte, Filosofia, Scienza, Matematica, etc. Affine ai criteri dell’Argomento e delle Collane, ma ha un respiro più ampio.

Futuro previsto: spinti da brama di conoscenza, allargherete i vostri orizzonti fino a essere spediti nell’iperspazio da qualcuno che non vi sopporta più.

  • Criterio dell’utilità di consultazione

I libri di cui avete bisogno più a portata di mano, quelli che ritenete abbiano fatto il loro tempo giù in cantina a dare conforto ai topi.

Previsioni per il futuro: selezionatore di risorse umane per una multinazionale.

  • Criterio del “caso”

Il più semplice. Gettare il libro a caso verso la libreria, confidando in forze occulte che provvederanno a sistemarlo dove meglio capita.

Futuro: diventerete Ministro. Di cosa? A caso, ovvio.

  • Criterio della Solitudine

Se avete un solo libro, mettetelo in mezzo a due orsacchiotti e due cagnolini di peluche, si sentirà meno solo e nutrirà per la vita un amore inestirpabile.

Futuro per voi: diventerete un guru della televisione, orde di giovani si prostreranno ai vostri piedi solo che pronunciate “ah”.

  • Criterio dell’Ordine Alfabetico*

Intuitivo, richiede solo una certa pazienza nel caso abbiate molti libri oppure se avete problemi nello stabilire se la lettera A precede la Z nell’ordine alfabetico convenzionalmente ritenuto “normale”.

Futuro: l’Istat vi chiamerà, dopo qualche mese, per censire la popolazione italiana in base al medesimo Criterio alfabetico.

  • Criterio del Prezzo del Libro*

Non necessita di tante spiegazioni. Dal prezzo più alto al più basso, o viceversa (“o viceversa” è sempre un comodo sotterfugio).

Futura occupazione: usuraio.

  • Criterio Misto

Una miscela a vostro piacimento di due o più Criteri che ho elencato. Per aiutarvi, potreste, per esempio, creare una categoria “Libri di Autori Russi di Sesso Femminile di Lingua Cinese con la Copertina Viola Alti più di 15 cm Scritti Prima del 12.08.1745 Collana “Onanismo odierno” Argomento “Pulizia del cavo orale” Non più consultabile”. Con un tale criterio, siate certi che non vi confonderete mai.

Futuro previsto: scriverete su un blog un articolo su come classificare i vostri libri.

Mi fermo qui, i Criteri non sono certo finiti e mi riservo ulteriori aggiornamenti, tuttavia mi sembra di avervi già fornito alcune sommarie ma utili indicazioni. Ora posso finalmente procedere a mettere in (dis)ordine la mia libreria.

*con l’asterisco, i Criteri aggiunti sulla base di segnalazioni preziose di utenti non appartenenti al pool di esperti all’origine dell’iniziativa. A loro il mio ringraziamento.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

7 pensieri su “Come disporre i libri? Una guida che vi svela anche il vostro futuro.

  1. Allora nella libreria 1 li ho in ordine alfabetico però nella libreria 2 ho tutti quelli di lingue straniere e di critica letteraria… poi sugli scaffali… sono disposti per colore e altezza!!!

    … sul comodino e nella borsa sono a caso!

    Ehm… vabbè! :mrgreen:

  2. Io da poco ho sistemato i miei libri in ordine alfabetico per autore, è stata una grande liberazione per me perché ero arrivata al punto di doverci mettere un sacco di tempo per trovare il libro che mi serviva in quel momento… Era diventato un vero problema… I libri ora stanno bene nello scaffale e mi sorridono ogni giorno 🙂 Comunque i miei libri preferiti che mi hanno cambiato la vita li tengo sulla mia scrivania, sempre belli pronti da essere riletti e vissuti.

  3. Pingback: “Nella colonia penale e altri racconti” (Franz Kafka) | Tra sottosuolo e sole

  4. Criterio misto, mi sembra anche la prospettiva meno inquietante… Prima di arrivare all’ultimo punto mi vedevo già rinchiusa in un centro d’igiene mentale.

    • Ahahah…sei andata a ripescare un articolo che avevo quasi dimenticato. Tra l’altro, circa un mese fa ho risistemato tutti i libri, in ordine rigorosamente alfabetico, senza distinzione di nazionalità, sesso, epoca o altro. Adesso vado a controllare quale futuro mi spetta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: